Raimondi Cranes installa la prima MRT223 Italiana in un comune storico

Sotto la guida del Direttore commerciale della Raimondi Cranes, l’Ing. Mauro Masetti, un team di tecnici incaricato dalla sede di Legnano ha installato una nuova gru modello MRT223 presso il cantiere navale Co.na.var. Srl nel comune di Chioggia.  Situata in Veneto, operosa regione del Nord Est d’Italia, Chioggia è conosciuta anche come la Venezia in piccolo, in quanto possiede ancora forti legami economici con le industrie marittime.

“Il nostro cliente aveva bisogno di sostituire una gru preesistente con una macchina moderna ed efficiente che soddisfacesse le più recenti normative in materia di sicurezza. La gru Raimondi MRT223, realizzata per ridurre l’impatto ambientale in termini di consumo e inquinamento acustico, è in grado di lavorare a cicli elevati. È importante notare che vanta una capacità massima di sollevamento incrementata a 14 tonnellate, e ciò permette al cliente di utilizzare questa gru a torre nelle numerose applicazioni che la propria attività gli richiede”. Masetti ha spiegato che una specifica sfida del sito è stata realizzare una gru che potesse lavorare a lungo in prossimità del mare, e quindi a forte rischio di corrosione causato dall’alta concentrazione salina del luogo.

La gru, con una lunghezza del braccio di 46,5 metri raggiunge un’altezza sotto gancio di 43,1m tramite torri “city” da 1,7m di lato ed una base booster speciale di 4,5 x 4,5 metri

Ed ha continuato: “Dopo discussioni e analisi ingegneristiche, la soluzione vincente è stata presentata dal nostro Ufficio Tecnico: una gru flat-top modello MRT223 con un argano speciale capace di sollevare 14 tonnellate, montata su una base traslante e trattata con una vernice marina in grado di proteggere la gru e di prolungarne il ciclo di vita in ambiente costiero. È stata inoltre dotata di quadri elettrici in acciaio inossidabile, funi zincate e trattamento “bord de mer”, ovvero motori trattati per località marittime.” La gru, con una lunghezza del braccio di 46,5 metri raggiunge un’altezza sotto gancio di 43,1m tramite torri “city” da 1,7m di lato ed una base booster speciale di 4,5 x 4,5 metri.

La gru Raimondi MRT223, realizzata per ridurre l’impatto ambientale in termini di consumo e inquinamento acustico, è in grado di lavorare a cicli elevati

“Raimondi è stata in grado di elaborare strategie e implementare una soluzione per soddisfare le specifiche dei nostri clienti. La gru MRT223 dimostra una grande versatilità ed è l’esempio di come il nostro Ufficio Tecnico si adoperi per consentire ai propri prodotti di lavorare in qualsiasi condizione ambientale.”